Home
Chi siamo
Dove siamo
Contatti
Psicologia clinica e forense
Formazione e Corsi
Pubblicazioni
Convenzioni
Collaborazioni
Eventi e Progetti
Condizioni e Privacy
Links
All'interno dello Studio Bolognese di Psicologia Clinica e Forense operano degli Psicologi, iscritti all'Albo dell'Emilia Romagna, che esercitano la propria professione nei seguenti ambiti: 



Psicologia Clinica - Responsabile dell'Area dott.ssa Elisa Gervasi


Si svolgono interventi di diagnosi e valutazione psicologica, consulenza e sostegno psicologico. 

Gli interventi sono rivolti a bambini, adolescenti o adulti e possono essere realizzati secondo una modalità individuale, di coppia, familiare o di gruppo.

Le aree di intervento riguardano le seguenti problematiche psicologiche:
  • Ansia, attacchi di panico, fobie
  • Depressione e disturbi dell'umore
  • Disturbi del comportamento alimentare (anoressia, bulimia, alimentazione incontrollata e obesità)
  • Disturbi sessuali
  • Disturbi psicosomatici
  • Problemi di coppia e familiari
  • Difficoltà scolastiche e lavorative
  • Difficoltà evolutive e adolescenziali
  • Disturbi e problemi legati ad esperienze stressanti o traumatiche
  • Disagio esistenziale legato a specifiche fasi o esperienze di vita




Psicologia Forense - Responsabile dell'Area dott. Fabio Marcheselli
 

Si realizzano a livello nazionale attività peritali e consulenziali in collaborazione con istituzioni e privati. 

La psicologia forense è una disciplina che applica la psicologia e la conoscenza dei processi psichici ai diversi aspetti del mondo legale e forense nel contesto penale e civile.


Attualmente, la psicologia forense ha trovato una collocazione nell’ambito giuridico e una propria legittimità scientifica autonoma, attraverso il riconoscimento nelle università italiane e nella pratica forense.

Tale risultato è il frutto di un processo che ha portato alcuni psicologi a comprendere che per operare nell’ambito giudiziario risulta imprescindibile:

  • Una specializzazione tecnico-scientifica in psicologia forense, in modo da svincolarsi dagli altri ambiti della psicologia pur attingendone in maniera trasversale;
  • Un puntuale adeguamento alle prassi e alle metodologie già sperimentate, consolidate e riconosciute negli altri paesi, in modo da evitare la proliferazione di tecniche autoreferenziali;
  • La collaborazione con altre figure professionali: Avvocati, Medici legali, Psichiatri, nell’ottica della complementarietà e della multidisciplinarietà;
  • La collaborazione con le figure istituzionali: Pubblici Ministeri, Giudici.

L’attività psicologica in ambito forense si sviluppa, quindi, a partire proprio da tali presupposti e riguarda interventi di ausilio mediante consulenze tecniche di parte o d’Ufficio in sede sia penale che civile e pareri pro veritate in ordine a eventi già accertati degni di un approfondimento attraverso una CTU.

Consulta gli ambiti di intervento


Site Map